Anonymous user Log in | Italiano · English

Grief for the loss of Augusto Azzaroli

Written by Stefano Dominici on July 21, 2015.

La mattina di ieri, 20 luglio 2015, si è spento nella sua abitazione di Firenze Augusto Azzaroli, Paleontologo del Vertebrati tra i massimi della seconda metà del secolo scorso e socio emerito della Società Paleontologica Italiana.

Nato a Bologna il 28 settembre del 1921, Augusto Azzaroli si è distinto per i contributi dati allo studio dei grandi mammiferi neogenici e quaternari, in particolare modo di equidi, proboscidati e cervidi. La fama internazionale è legata allo studio delle connessioni continentali e delle migrazioni attraverso il Mediterraneo nel corso del Neogene e alla costruzione di un grande schema biocronologico del Villafranchiano (Quaternario), basato sulle faune a grandi mammiferi, ampiamente utilizzato da quanti si sono occupati dell’evoluzione delle faune eurasiatiche.

Professore ordinario di Paleontologia all’Università di Firenze dal 1961 al 1989, poi Professore emerito, Augusto Azzaroli ha diretto il Museo di Geologia e Palentologia dello stesso ateneo fino al pensionamento.

Nel 2001, in occasione del suo ottantesimo compleanno, la SPI gli ha dedicato un fascicolo del bollettino, edito da Lorenzo Rook e Danilo Torre, con 25 contributi originali riuniti sotto il titolo di “Neogene and Quaternary continental stratigraphy and mammal evolution. Papers in honour of Prof. Augusto Azzaroli's outstanding contribution in Geology and Paleontology”.

Le esequie si terranno mercoledì 22 Luglio, alle ore 9.30, presso a Chiesa del Sacro Cuore, in Via Capo di Mondo 60 a Firenze. La Presidenza SPI e il Consiglio di Presidenza esprimono il proprio cordoglio alla famiglia.

(partially in English)